Responsabilità

E’ la responsabilità personale che conduce alla vera cooperazione.


Lettera 29 maggio 1931

 

Certamente tutto cambierà in meglio quando cominceremo ad applicare l’Insegnamento alla vita senza alterazioni; quando metteremo in pratica la vera cooperazione; quando smetteremo di costruire con una mano e distruggere con l’altra; quando capiremo che il lavoro cominciato non è a vantaggio personale, ma per il Bene comune; quando ci renderemo conto che distrazione, noncuranza, errori e la violazione dei principi da parte di un singolo membro, equivalgono a un atto di negligenza di tutto il gruppo — solo allora capiremo cos’è la vera responsabilità. L’idea di responsabilità non ha niente a che fare con il senso di separazione, con la mancanza di volontà e con il cosiddetto “autoritarismo”. In primo luogo, la responsabilità consiste nella ricerca di un grande equilibrio, nell’azione adeguata al fine, nel senso di commensura, che si possono ottenere solo mediante un’ardente cooperazione.