Una fonte di prana

Gli antichi consigliavano di sfiorare con le mani gli aghi dei giovani cedri, poiché il Prana ivi condensato penetra lungo le dita. (Cu 14)