Come operare per il Bene comune

Nel lavoro per l’avvento dello spirito deve prevalere il concetto del Bene comune, che può unire tutti coloro che hanno questo orientamento e che stanno superando l’io individuale per aprirsi al “noi”. E’ necessario anche allontanare con fermezza chi porta disunione.

 

Lettera del 17.12.1929

Dobbiamo accogliere tutti gli amici vicini in spirito; ma chi distrugge, chi porta disunione,

deve essere cacciato o rimandato al suo posto. Lavoriamo e creiamo, non per accrescere il nostro potere personale, non a favore di personalità particolari, ma per il grande Bene generale. E così ricordiamo questo periodo senza precedenti, bello ma inquietante. Non perdiamo neanche un minuto! Consolidiamo l’unità con tutte le forze del nostro spirito, e lasciamo al più meschino isolamento l’insignificante concetto di “io”. Vi mando le corde vibranti del mio cuore; che ciascuno provi a farne risuonare una.